Di seguito andremo a descrivere i 5 fattori da considerare nella valutazione delle porte blindate prezzi. Bisogna tenere bene a mente che la porta blindata oltre ad essere un’ottima difesa contro gli attacchi esterni di malintenzionati e ladri è anche un elemento fondamentale dell’abitazione e deve mantenere nel tempo tutte le qualità funzionali ed estetiche.

Fattori e caratteristiche da valutare nella richiesta di porte blindate prezzi.

Nella scelta della porta blindata oltre l’aspetto estetico curato bisogna tenere in considerazione altri fattori tra cui: la classe di resistenza all’effrazione, l’ isolamento dal rumore, la capacità di isolare termicamente in funzione del risparmio energetico e la tenuta alle intemperie.

Solo con una attenta valutazione delle su indicate caratteristiche si può scegliere quella che più si adatta alla nostra abitazione e quindi fare una adeguata scelta di porte blindate.

P.S.: dopo aver letto l’articolo puoi decidere di ottenere fino a 4 preventivi da aziende vicini alla tua località, basta un semplice click su preventivo serramenti.

Principali fattori da tenere in considerazione nella scelta del portoncino blindato:

1. Classe di resistenza all’effrazione di un portoncino blindato.

La scelta della porta blindata deve essere fortemente condizionato dai fattori di rischio effettivo di quella particolare abitazione ed anche a seconda di cosa vi è in essa contenuto.

I prodotti si classificano in sei diverse Classi Europee, da 1 a 6, al crescere delle prestazioni di resistenza.

Una buona sicurezza può essere data dalla scelta della classe 3 o 4, va segnalato che anche una classe 2 può anche essere sufficiente per un appartamento in condominio.

In breve:

  • La classe 3 è consigliata per appartamenti signorili, con beni di lusso.
  • La classe 4 è preferibile per villette e case unifamiliari.
  • Le classi 5 e 6 sono più adatte ai negozi.

Ecco nel dettaglio tutte le diverse caratteristiche delle porte blindate appartenenti alle 6 Classi Europee:

Classe 1: resiste ad uno scassinatore che utilizza soltanto la forza fisica per tentare di aprire o divellere la porta; una porta di classe 1 è indicata per essere utilizzata come porta caposcala con rischio normale o come porta di magazzini contenenti merce di basso valore intrinseco.

Classe 2: resiste ad uno scassinatore occasionale che utilizza attrezzi semplici per tentare di forzare la porta, come cacciaviti, tenaglie, etc; una porta di classe 2 è adatta per essere utilizzata come porta caposcala con rischio considerevole, come porta per uffici e per edifici industriali.

Classe 3: è la capacità di resistere a tentativi di effrazione misurata attraverso la sollecitazione con carichi statici e dinamici e la simulazione di tentativi di effrazione attuati con attrezzi manuali tipo piede di porco, cacciaviti, pinze ecc.; una porta di classe 3 è adatta per essere utilizzata come porta caposcala con rischio considerevole, come porta di uffici ed edifici industriali, come porta di villette signorili.

Classe 4: è la capacità di resistere a tentativi di effrazione misurata attraverso la sollecitazione con carichi statici e dinamici e la simulazione di tentativi di effrazione attuati con attrezzi manuali ed elettrici tipo martello, scalpello, ascia, cesoia, trapano elettrico ecc.; una porta di classe 4 è adatta per essere utilizzata negli uffici di banche, orologerie, ospedali, impianti e laboratori industriali, villette signorili.

Classe 5: resiste a uno scassinatore esperto, che usa anche attrezzi elettrici, come trapani, seghe, mole, etc; una porta di classe 5 è adatta per banche, gioiellerie, ambienti militari, ambasciate.

Classe 6: resiste a uno scassinatore elettrico che usa anche attrezzi elettrici ad alta potenza; una porta di classe 6 è adatta a banche, gioiellerie, impianti nucleari, ambienti militari, ambasciate.

Link per scaricare un breve riepilogo delle 6 classi europee di resistenza dei portoncini blindati – Scarica pdf file –

[space ]

2. L’ isolamento dal rumore (c.d. acustica).

L’acustica o isolamento al rumore si misura in dB ed è la capacità di impedire il passaggio di rumore attraverso la porta (fonoisolamento).

Più il valore indicato è elevato migliore sarà il potere fonoisolante.

Tabella con con alcuni esempi di valori in decibel per suoni o rumori.

Isolamento-dal-rumore. Acustica per porte blindate

ESEMPIO: in presenza di un livello suono/rumore di 80 dB – 90 dB (traffico intenso), l’installazione di una porta blindata con isolamento acustico di 40 dB riduce la sensazione di disturbo a 50 dB (musica a basso volume).

[space ]

[special_font size=”26″ unit=”px” ]”Sostituire o acquistare nuovi infissi? 4 motivi per scegliere witsoffer.com”[/special_font]

[border ]

[space ]

[youtube video_id=”oLOOzmVamls” width=”640″ height=”360″ ]

[x]  SEMPLICE: soli pochi minuti per compilare la richiesta di preventivo.

[x]  CONVENIENTE: non sprecare tempo e denaro alla ricerca dell’azienda adeguata, in witsoffer.com troverai aziende idonee a soddisfare le tue esigenze.

[x]  LIBERO: ricevi più preventivi per fare le tue valutazioni e in piena libertà scegli l’azienda che ritieni più adeguata.

[x] GRATUITO: Il servizio è fornito gratuitamente e non prevede alcun obbligo d’acquisto da parte tua.

[space ]

OTTIENI GRATUITAMENTE FINO A 4 PREVENTIVI INFISSI

[border ]

[space ]

3. Capacità di isolare termicamente.

Altro elemento da considerare nella valutazione porte blindate prezzi è la capacità di isolamento termico. Si indica con U e si misura in [W/(m²k)] ed è la capacità di impedire lo scambio termico tra due ambienti divisi dal portoncino blindato. Più il valore indicato è vicino a 0 migliore sarà la capacità di impedire il passaggio di calore dal locale più caldo al locale più freddo.

Il valore di trasmittanza termica è, inoltre, un preciso requisito di legge nelle nuove costruzioni ed in alcuni interventi di ristrutturazione.

Nella scelta della porta blindata bisogna individuare se fa parte della categoria dei portoncini per interni (cioè divide due ambienti con condizioni climatiche molto simili) ad es. porte blindate di un condominio dove la temperatura delle scale è molto simile a quella dell’appartamento, in questo caso sarà sufficiente un valore termico Ud “cioè U door” intorno l’1.8.

Se invece invece è un portoncino per esterni (cioè divide due ambienti con caratteristiche climatiche diverse) ad es. le porte esposte all’esterno, si pensi ad es. ad un portoncino d’ingresso al piano terra dove aprendolo si è subito in contatto con l’esterno, in questo caso è consigliabile un valore termico Ud tra 1.2 e 1.6

[space ]

4. La tenuta alle intemperie.

La tenuta alle intemperie è la c.d. resistenza di tenuta aria, acqua e vento.

E’ da considerare solo per le porte blindate per esterno cioè quelle che sono esposte direttamente all’esterno. In questo caso è necessario dotarla di un Kit per migliorarne le prestazioni di tenuta aria, acqua e vento. Il Kit termico solitamente è “composto da una particolare soglia, una speciale guarnizione ed una particolare lavorazione dell’anta” lo si deve scegliere al momento dell’acquisto in abbinamento con un pannello adatto all’esposizione in esterno.

[space ]

5. Marcatura CE

Dal 1 febbraio 2010 la legge prevede che tutte le porte pedonali esterne siano conformi alle direttive CE e che siano marcate come tali.

Tale marcatura obbliga il produttore a sottoporre i manufatti a severi test presso laboratori riconosciuti, a dichiarare le loro prestazioni e a garantire che le prestazioni dichiarate siano effettive. La marcatura CE è un’importante conquista a tutela del consumatore, che ha la certezza che i prodotti soddisfino i requisiti previsti dalla direttiva Materiali da Costruzione e dalle specifiche norme di prodotto, e ha modo di valutarne le prestazioni che sono esposte in un’apposita etichetta.

[space ]

Come aprono una porta blindata chiusa a chiave?

ULTERIORE CONSIGLIO.

Per il tuo portoncino blindato NON scegliere serrature a doppia mappa, è una serratura tipica italiana che può essere facilmente sforzata con grimaldelli particolari provenienti dall’est europa, a tal proposito ti invito a guardare il seguente video di proprietà Marco Amendola.

[space ]

[space ]

[special_font size=”24″ unit=”px” ]Informa anche i tuoi amici, condividi su:[/special_font]

[share title=”” socials=”facebook, linkedin, twitter, google, pinterest, bookmark” class=”” ]

[space ]

Volendo dare una forfettaria indicazione di porte blindate prezzi possiamo indicare che:

  • Un classe 2 può costare dai 500 ai 700 Euro.
  • Un classe 3 può costare intorno ai 1.000 Euro.
  • Un classe 4 circa sui 1.300 Euro.

Altri elementi che incidono nel prezzo delle porte blindate sono le dimensioni del portoncino blindato e la scelta dei pannelli di rivestimento sia interno che esterno.

Se le dimensioni sono fuori standard, ovvero superiori o inferiori alla tradizionale misura in larghezza mm. 800-850-900 ed in altezza mm. 2100, sarà applicata una maggiorazione di prezzo per misura fuori standard, costo che poi andrà ad incidere su altri elementi come ad es. i pannelli di rivestimento.

I pannelli di rivestimento si distinguono in interni ed esterni.

Pannello di rivestimento interno di un portoncino blindato: è quello che viene posizionato nel lato interno dell’abitazione, i più economici sono quelli lisci e con finiture standard cioè quelle proposte dalla ditta produttrice.

Se il pannello interno viene scelto con lavorazioni particolari come ad es. incisioni orizzontali o pannello con finitura identica a quella delle porte interne, ecc., il prezzo del portoncino blindato tenderà ad aumentare.

Stesso concetto vale per il pannello di rivestimento esterno di un portoncino blindato “cioè quello che viene posizionato nel lato esterno dell’abitazione”, con l’unica differenza che se il portoncino blindato è un portoncino per interni (cioè divide due ambienti con condizioni climatiche molto simili) costerà meno rispetto a quello di un portoncino per esterni (cioè divide due ambienti con caratteristiche climatiche diverse) perché in questo ultimo caso si dovrà inserire un pannello adatto all’esposizione per esterno.

Altro elementi che può comportare un innalzamento di prezzo del portoncino blindato è l’eventuale inserimento del vetro.

Trattandosi di un portoncino blindato non può essere inserita una normale lastra di vetro stratificata di sicurezza 3+3.1 ma bisogna inserire un vetro blindato e questo comporta inevitabilmente un innalzamento del prezzo, così come la lavorazione nel portoncino per creare una predisposizione per inserimento vetro.

In conclusione, non esiste un prezzo di porte blindate per tutti, ma varia a seconda delle singole esigenze specifiche del caso. Nell’acquisto di un portoncino blindato è fondamentale valutare e tenere bene in considerazione tutti i fattori su elencati.

[space ]

[special_font size=”26″ unit=”px” ]Condividi su:[/special_font]

[share title=”” socials=”linkedin, facebook, twitter, google, pinterest, bookmark” class=”” ]

[space ]

[border ]

Preventivi per Portoncini Blindati!!

[banner width=”0″ height=”120″ url=”https://www.witsoffer.com/preventivo-serramenti/” target=”yes” title=”Sostituire o acquistare Portoncini blindati?” subtitle=”..ottieni fino a 4 preventivi gratuiti dai partner registrati nel portale” title_size=”20″ title_size_hover=”10″ subtitle_size=”16″ subtitle_size_hover=”24″ icon_size=”42″ icon_size_hover=”54″ background=”” background_image=”” border=”#d0cece” color_icon=”#a1a1a1″ color_title=”#000000″ color_subtitle=”#666464″ background_hover=”#464646″ border_hover=”” color_icon_hover=”#fff” color_title_hover=”#d0cece” color_subtitle_hover=”#fff” type=”switch-text” icon=”pencil” ]

[space ]